331 3063320

Via Antonio Bosco, 20 - 66054 - Vasto(CH)

SEGUICI SU

G-Eventi Wedding > Tradizione e Romanticismo  > È l’abito giusto?
foto-copertina-articolo-blog-g-eventi-wedding-è-l-abito-giusto

È l’abito giusto?

Gonne di tulle e chiffon, corpetti in pizzo macramè e crepes di seta, veli fluttuanti e candidi come neve. Che sia un audace modello a sirena o un romantico stile impero, l’abito da sposa è l’idea centrale di un matrimonio, quella che da forma a tutto il resto. E il momento della scelta resta sempre unico per ogni donna.

Accompagnare le mie spose in atelier, significa avere la fortuna di assistere spesso alla scelta definitiva. È il primo passo verso il grande giorno. Un rito che si trasforma in un crescendo d’ansia mano a mano che i giorni passano.

Il sogno comincia a prendere forma.

I matrimoni per me sono luoghi immaginari ricchi di cose belle, di coppie innamorate, di decorazioni entusiasmanti, di fiori e di abiti adatti ad ogni contesto.

Altrettante volte, però, mi capita di assistere alla delusione delle future spose ad esempio quando non sono convinte e vedono disattese le proprie aspettative.

Le spose di oggi sono informatissime: hanno sfogliato riviste per mesi, hanno salvato foto sul proprio telefono, conoscono i modelli per nome e sono fan di un brand piuttosto che di un altro.

Ecco che si varca la soglia dell’atelier emozionate e (quasi) pronte ad indossare quel vestito salvato da mesi sul cellulare, sicure e determinate. Certe che nulla potrà distoglierci dall’idea che abbiamo ormai da mesi.

Ma se tutto quello che avevano immaginato non c’è o, peggio ancora, non dovesse essere adatto, come fare?

Conosco lo sguardo della futura sposa delusa: E adesso come faccio? Devo ricominciare da capo.

Ecco perché consiglio sempre alle mie spose di indossare l’abito pensato prima di prendere qualsiasi decisione.

Ampio, scivolato, morbido, a sirena, più o meno scollato…solo provando capiamo in quale forma ci sentiamo più a nostro agio e quali sono i tessuti più adatti a noi. Ed ecco che l’idea iniziale lascia il posto ad una realtà che non si era minimamente immaginata: si resta stupite per quanto un modello riesca a valorizzare le proprie forme e tutta l’idea di un matrimonio.

La fisicità e la personalità sono i due elementi che, a mio avviso, occorre considerare sempre: la prima seleziona già naturalmente la tipologia di modello adatto ad ognuna di noi.

La personalità è qualcosa di più profondo, esprime il carattere che si vuol dare al proprio matrimonio sotto ogni aspetto.

Con la scelta dell’abito si decide se far prevalere l’aspetto più romantico, più femminile e sensuale, più raffinato e bon-ton o quello bohemien di ognuna di voi.

È importante anche tener conto della location, della chiesa (se si tratta di matrimonio religioso), dell’imponenza di un posto e dell’atmosfera generale che la giornata deve rispecchiare. L’abito detta tutto lo stile della giornata quindi è fondamentale.

Ma sono certa che la maggior parte di voi questo lo sa già ☺
E ricordate:

Sarà l’abito a scegliere voi, non viceversa!

Di seguito una piccola guida da consultare, cliccate sul link per scaricare il file:

LA FISICITÀ , AD OGNI FISICO IL SUO ABITO

Commenti:

  • Manuela

    gennaio 20, 2018 at 8:57 am

    L’importante è che la sposa non scambi il giorno del suo matrimonio con una festa in maschera…
    La sposa deve essere lei!
    Quindi deve indossare un abito cHe rispecchi il suo modo di essere, la sua personalità, il suo stile e, soprattutto la sua fisicità.
    Ho visto spose troppo magre in abito a sirena e spose troppo formose in abito a “meringa”… affidarsi a un esperto è la scelta migliore…