fbpx

331 3063320

Via Antonio Bosco, 20 - 66054 - Vasto(CH)

SEGUICI SU

G-Eventi Wedding > La cerimonia, il rito nuziale  > La cerimonia religiosa del matrimonio all’aperto, quando è possibile?
matrimonio all'aperto

La cerimonia religiosa del matrimonio all’aperto, quando è possibile?

Quante stelline vale

Scegliere un rito liturgico esterno alla chiesa per un matrimonio estivo è allettante ma ci sono diversi limiti.

Vi state chiedendo se potrete vivere la scena di un matrimonio religioso all’aperto, l’estate, magari in una giornata fresca e soleggiata. Quelle belle foto dei riti americani celebrati in parchi, in bellissimi giardini, nelle case private vi stanno facendo sognare e via di immaginazione considerando quanto meglio si potrebbe fare con i nostri scenari italiani.

cerimonia religiosa all'aperto

Per fortuna – lo so, voi penserete purtroppo – le nostre chiese non sono così permissive. Se altrove è concesso celebrare i riti religiosi in uno spazio qualunque, da noi il discorso non è così semplice.

Perché il luogo di culto, ovvero quello consacrato e riconosciuto come valido, rimane quello istituzionale della Chiesa cattolica, così come tramanda la storia.

Il diritto canonico, quello che regola proprio le leggi del matrimonio cattolico è molto chiaro a riguardo:

Il luogo ordinario della celebrazione del matrimonio è la Parrocchia, primaria comunità ecclesiale. La celebrazione del matrimonio in oratori o cappelle non riconosciuti come chiese succursali resta proibita, in conformità all’art. 24 del Decreto generale sul matrimonio canonicosalvo giusta causa da sottoporre all’ Ordinario. Così resta pure proibita la celebrazione del matrimonio nelle ville o all’aperto e in genere in quei luoghi dove la celebrazione rivesta il carattere di cerimonia privata ed esclusiva.

Questo vuol dire che solo un Vescovo può autorizzare e registrare un matrimonio fuori dalle mura sacre e per una eventuale giusta motivazione che non riconduca a preferenze estetiche o personali.

Solo il Vescovo può autorizzare e registrare un matrimonio fuori dalle mura sacre della Chiesa

matrimonio religioso all'aperto
cerimonia religiosa all'aperto

Il diritto canonico, quanto al luogo della celebrazione del matrimonio, prevede per l’esattezza che debba essere celebrato nella parrocchia di residenza  {…} ossia la comunità parrocchiale nella quale i contraenti sono inseriti e nella cui vita e missione prendono o prenderanno parte.

Questo limite, come saprete, incontra tanta flessibilità: potreste sposarvi solo nella chiesa di appartenenza ma, visto che, difficilmente oggi giorno una chiesa sia di appartenenza di entrambi i nubendi, si concedono le autorizzazioni per contrarre matrimonio in parrocchie differenti. Ci è concesso ormai, scegliere un’altra chiesa oltre che per necessità anche per preferenza estetica.

In conclusione, a meno che una chiesa non disponga di un giardino, di un piazzale o semplicemente di un’area riconosciuta dall’Ordinario (il vescovo), la cerimonia religiosa all’aperto non sarà possibile. Potrete scegliere una chiesa diversa dalla vostra ma non uno spazio non riconosciuto e autorizzato.

A me è capitato sentire un parroco dare disponibilità per gli esterni, se dovesse capitare di ricevere questo consenso siate molto attenti, rischiate che seppur celebrato fuori dalla chiesa il matrimonio non venga registrato.

Leggi l’estratto sul diritto canonico capitolo  IL MATRIMONIO (Cann. 1055 – 1165).

Vuoi leggere la versione completa del documento? Compila il modulo di contatto e potrai riceverne una copia pdf.

Marilena Gizzi, chi sono

Sono Marilena Gizzi, wedding planner

Aiuto le coppie nella organizzazione del matrimonio rendendo indimenticabile la cerimonia, religiosa o civile. La calma, l’attenzione all’ascolto sono le doti che mi permettono di rendere ogni matrimonio originale e su misura.

No Commenti

Spiacenti, il form di commenti è chiuso in questo momento