fbpx

331 3063320

Via Antonio Bosco, 20 - 66054 - Vasto(CH)

SEGUICI SU

Blog

fiori matrimonio

Le domande più frequenti sui fiori del matrimonio

Questo argomento mi sta molto a cuore, ci tengo così tanto a far comprendere quegli aspetti sconosciuti collegati al tema fiori. Vorrei che quando sarai di fronte ad un preventivo tu possa essere in grado di capire i punti che non sono sempre chiari e proprio per questo l’articolo è lungo ma ho voluto raccogliere tutte le informazioni possibili per aiutarti. Voglio condividere le domande più comuni, quelle che mi fanno tutti gli sposi, ti riporto i dubbi che nascono quando ci si confronta con chi, prima di te si è già sposato e muove considerazioni insensate. Non esagero, mi dirai tu se a fine lettura saprai come scegliere i fiori per il matrimonio.

Innanzitutto vorrei che tu sapessi che dietro ad un addobbo floreale si cela un vero e proprio lavoro progettuale e vorrei anche che tu considerassi il fiore elemento distintivo in un matrimonio.

Quanto si spende per i fiori del matrimonio? Quali sono i fiori più belli da usare? Come si scelgono i fiori e gli abbinamenti? Perché se fa tutto il fiorista serve anche un wedding planner?

Parto da queste domande e ti invito a leggere fino in fondo perché sono sicura che valuterai con occhio diverso questo mondo bellissimo capace di trasmettere sensazioni uniche.

Come scegliere il Fiorista

Il primo punto sta nella distinzione delle competenze: il presupposto di partenza è che un bravo fiorista deve essere un esperto del settore, non a parole ma a fatti!  Mi dilungo sempre a spiegare questo concetto, ossia che il matrimonio è un evento importante e non ci si può accontentare di un lavoro paragonabile ad un acquisto in un negozio di fiori. Fioraio, fiorista e floral designer, maestro di arte floreale sono figure diverse e occorre sapere chi hai davanti e da chi vuoi essere servito. Chi vende fiori può essere un bravo fioraio ma chi è chiamato ad allestire con i fiori deve avere competenze diverse. Fiorista e floral designer sono le figure capaci di progettare e realizzare un allestimento, hanno le conoscenze e la tecnica per lavorare i fiori ed inserirli in un contesto. Il maestro di arte floreale, figura di livello superiore, ha in aggiunta la maestria, quel tocco d’arte che gli permette di uscire dagli schemi tecnici ed esprimersi artisticamente.

E come in ogni settore non tutti sono maestri e non tutti sono artisti

Quando scegli il tuo fiorista, di chi avrai bisogno? Se sei guidato da un weddingplanner, questo saprà individuare immediatamente la persona più adatta a creare il tuo addobbo, semplicemente perché conosce bene i ruoli e le competenze di chi lavora con i fiori, ne valuta l’efficienza.

Qualora non fossi guidato, ti consiglio di non basarti solo su voci di corridoio e foto pubblicate, approfondisci le qualifiche di chi hai di fronte e accertati che aggiornamenti, innovazione, efficienza, materiali, strutture siano reali elementi distintivi del fornitore scelto. Anche se non pretendi un allestimento importante e cerchi soluzioni semplici, alla base devi sempre sapere a chi ti stai rivolgendo e capire se i costi sono equi. Per ogni tipo di addobbo deve esserci la persona giusta.

Quando chiedi un addobbo per il tuo matrimonio, il fiorista deve essere pronto a consigliarti, a proporti cosa sia in linea con il tuo stile, con gli ambienti che hai scelto e con gli spazi. Delle belle composizioni di fiori devono integrarsi ed armonizzarsi in una chiesa, sono le proporzioni giuste che ti permetteranno di avere un addobbo floreale che tutti potranno apprezzare, semplice o ricco non importa. Ti serve sapere che sia pensato e realizzato bene perché – ricordalo sempre – non si può generalizzare o peggio copiare un allestimento ed inserirlo in luoghi non adeguati.

Allestire un matrimonio richiede aggiornamento e tanta esperienza: ogni composizione floreale deve contestualizzarsi per valorizzare una chiesa, un ambiente e una location e, oltre alla capacità creativa esistono le tecniche per la realizzazione, tecniche che sono in continua evoluzione, esattamente come le tendenze. Ti dico questo perché vedo addobbi realizzati da chi è fermo alle tecniche degli anni 90, da chi non ha idea di cosa sia una proporzione o di come i materiali possano abbinarsi tra loro…

Quando un weddingplanner lavora a contatto con un fiorista si uniscono le competenze e la creatività per un progetto che tiene conto di tutto il percorso che si sta facendo. Da una parte la maestria del fiorista che conosce i fiori e tutte le tecniche per creare emozioni e dall’altra la competenza del weddingplanner che progetta allestimenti che si inseriscano nell’insieme della giornata e che conosce più di tutti le esigenze e le aspettative della coppia.

Lasciami dire infine che un fioraio o fiorista non può chiamarsi wedding planner, in un’era in cui l’hastag #weddingplanner è diffuso più dagli altri operatori che dai diretti interessati. A qualcuno non è ancora abbastanza chiaro e te lo ripeto: il WP è colui che studia insieme agli sposi il da farsi, trova chi lo deve realizzare e si preoccupa che sia fatto come da accordi.

Un fiorista fa squadra con il weddingplanner e ne conosce il valore aggiunto che ne deriva, nessuno dei due si sostituisce all’altro, nè il fiorista quando realizza anche un tableau nè il wedding planner se dovrà manipolare il fiore durante la giornata.

Come scegliere i fiori per il matrimonio

La natura ci offre infinite soluzioni per i fiori anche se, quando si parla di matrimonio la cerchia dei fiori si riduce quasi sempre a rose, ortensie, peonie, orchidee. Eppure, il fiorista ha a disposizione una gamma molto più vasta, perché non lasciarsi guidare?

Pinterest pullula di belle foto, immagini di ispirazione che si vogliono copiare a tutti i costi ma fermati e pensa: la natura ha delle stagionalità e delle forme specifiche e può restituirti una sensazione finale attraverso fiori che neanche immagini. Che tu abbia scelto i colori tenui o delle tonalità più forti, la cosa importante è individuare il tuo stile – in questo è fondamentale il mio aiuto 😉 – e, una volta chiaro l’effetto finale e individuati spazi e ambienti, lascia che il fiorista esprima tutto scegliendo i fiori più indicati. Non essendo noi gli esperti floreali non possiamo conoscere tutte le tipologie di verdi o di fiori ma possiamo indicare al fiorista l’effetto che vogliamo ottenere 😉

In questo modo ti liberi di una grossa parte di ansia a ti garantisco che l’effetto finale potrebbe essere più che sorprendente, dato che, per valorizzare alcuni fiori, occorrono tecniche e attenzioni specifiche. Lo so, si fa fatica ad immaginare in un momento in cui hai sempre pronta una foto di ispirazione ma cerca di aprire la mente e fare spazio a soluzioni interessanti, uniche, originali e vostre!

candelabro con fiori

Quanto si spende per i fiori del matrimonio?

Siamo indubbiamente alla domanda più ricorrente. Quando si parla di costi leggo nei vostri occhi un gran timore di spendere troppo per i fiori. Fortunatamente poi ragioniamo insieme e riusciamo a capire che qualsiasi confronto con amici o precedenti sposi che puntano il dito sul loro costo risulta assai deleterio.

Per favore non essere tra quelli che basa un costo forfettario ascoltando solo sulle voci di corridoio, Il costo di un addobbo floreale dipende da queste variabili:

  • La competenza del fiorista (fioraio, floral designer o artista avranno costi differenti)
  • La grandezza di una chiesa
  • La tipologia di rito (religioso in chiesa rispetto ad un rito civile)
  • La data del matrimonio (settembre non è paragonabile a maggio!)
  • La resa dei fiori
  • Il numero dei tavoli del ricevimento
  • Strutture utilizzate per l’addobbo e gli allestimenti

Non puoi confrontare il tuo preventivo con quello di chi si è già sposato! Ti crea solo stress.

Il fiore rende al massimo in primavera, mentre in piena estate o sulla fine molti fiori non sono assolutamente consigliabili e la loro irreperibilità rende i fiori costosi. A maggio o giugno gli addobbi sono più ricchi a parità di costo.

Conviene spendere tanto in fiori?

Tutto dipende dall’importanza che dai al fiore. Dipende da te e da cosa ti aspetti. Certo è che, definito bene il progetto creativo, i fiori possono essere utilizzati in più punti, io come tanti wedding planner, sono abituata a pensare ai fiori dall’inizio insieme al fiorista, in modo da avere bene in mente come utilizzarli durante l’intera giornata riempiendo svariati punti. Ricorda che, se tutto è logico e armonizzato oltre che ben contestualizzato l’effetto è vincente, gli ospiti si ricorderanno tanta cura nei dettagli. Senza eccedere, avrai probabilmente speso poco di più rispetto a chi trascura questo passaggio ma la differenza si vedrà, eccome se si vedrà!

posizione dei fiori

Quanto tempo prima devo definire l’addobbo floreale?

Consiglio di bloccare il fiorista in tempo ma di ragionare su tutto l’allestimento solo quando tutto il progetto creativo della giornata è ben definito.

Un fiorista eseguirà ciò che voi gli chiederete, posizionerà l’addobbo e basta….se la squadra si allarga e avrai il weddingplanner, il fiorista non eseguirà semplicemente ma saprà interpretare tutta la giornata e dove finirà lui ci sarà il tuo wp che darà sempre nuove posizioni agli addobbi 😉

Al solito, per ogni dubbio….SCRIVIMI!